Settima serata del Magna Graecia Film Festival

Il weekend conclusivo del Magna Grecia Film Festival è iniziato con una serata ricca di sorprese e contributi inediti. La lunga scaletta del venerdì sera nell’arena di Piazza Brindisi sul lungomare di Catanzaro è stata aperta dalle proiezioni del corto di Giuseppe Frustaci dal titolo “Due minuti”, una produzione tutta calabrese, e del video realizzato dalla Life Communication di Domenico Gareri sul progetto “Nella memoria di Giovanni Paolo II”. La serata è proseguita con il contributo filmato della testimonianza preziosa del compianto scrittore e sceneggiatore Tonino Guerra dedicata alla figura del poliziotto calabrese Nicola Longo, grande esperto in investigazioni e criminologia, sulla cui vita Federico Fellini aveva intenzione di girare un film mai realizzato. Il manager Oscar Generale ha ribadito sul palco la volontà di riprendere in mano il progetto che è stato proposto all’attenzione del grande Francis Ford Coppola. In platea, tra gli ospiti del Festival, anche l’affascinante Barbara De Rossi

A seguire, il deputato calabrese Giuseppe Galati, in qualità di presidente della Fondazione Calabresi nel mondo, ha consegnato una targa al direttore artistico Gianvito Casadonte.

Il vice-direttore di Rai1, Ludovico Di Meo, da anni ospite fisso del Festival a testimonianza della rilevanza assunta dalla kermesse a livello nazionale, ha ricevuto in dono un’opera dell’artista fotografo Vincenzo Caroleo.

A deliziare il pubblico con una performance musicale è stata, inoltre, la splendida Ramona Badescu che ha cantato dal vivo due classici della canzone napoletana.

Il pubblico ha, quindi, assistito alla proiezione dell’opera prima “Nemiche da morire”, alla presenza della giovane regista Giorgia Farina che ha espresso la propria emozione nel vedere la piazza così gremita. Il film racconta una storia che si svolge d’estate su un’isoletta del sud Italia dove si snodano le vite di tre donne, che malgrado le notevoli diversità si trovano costrette a far fronte comune per salvarsi la pelle. A complicare la loro vita sarà un fiero quanto brusco commissario di polizia che intuisce che le tre nascondono un segreto. Protagoniste del cast sono Claudia Gerini, Cristiana Capotondi e Sabrina Impacciatore che con la loro bellezza e simpatia contribuiscono a rendere davvero frizzante questa commedia dalle tinte noir.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.