Finestre sullo Ionio si presenta al comprensorio

Santa Caterina dello Jonio

Santa Caterina dello Ionio

C’è un posto in Italia dove il tempo sembra essersi fermato: la natura incontaminata domina, la pace e la tranquillità regnano sovrane e il sole splende per la maggior parte dell’anno. Un posto così è una risorsa incommensurabile che, però, ha bisogno di essere valorizzata e pubblicizzata perché tutti possano goderne. Questo l’obiettivo dei ragazzi di Finestre sullo Ionio, associazione di promozione turistica e culturale che ha sede a Santa Caterina dello Ionio, un piccolo borgo in provincia di Catanzaro. L’iniziativa è partita tre anni fa da alcuni giovani caterisani che alla fuga dei cervelli hanno detto no: perché andare all’estero se la propria terra offre un’importante possibilità di lavoro?
L’amore per il loro paese e la voglia di rimanerci e vederlo rifiorire li ha spinti a organizzarsi per realizzare quella che oggi è diventata Finestre sullo Ionio. «Abbiamo iniziato andando a bussare a tutte le porte per chiedere ai nostri compaesani di avere in gestione le case e gli appartamenti che di solito affittavano per le vacanze estive. Molti ci hanno spiegato che il loro problema era trovare affittuari per i periodi di bassa stagione come giugno,luglio e settembre. Nonostante il clima caldo e il mare splendido, infatti, Santa Caterina non è una meta molto frequentata in questi mesi dell’anno proprio perché poco conosciuta. A questo noi volevamo rimediare e sapevamo che il modo migliore per farlo era far entrare il nostro bel paese nel circuito del turismo, non solo italiano». Enrico Romeo Arena presiedente dell’associazione, ci spiega quanto lui e i suoi soci si siano impegnati per la realizzazione di un sito che fosse visibile non solo in Italia, ma anche all’estero e quanto siano stati attivi nella promozione della loro iniziativa: Finestre sullo Ionio ha, infatti, partecipato alla fiera del turismo a Kiev, era presente alla borsa mediterranea del turismo di Napoli e molti altri sono gli appuntamenti in programma per sponsorizzare il progetto.
Oggi l’associazione pubblicizza 40 case circa,e per la stagione 2015 ha già chiuso con successo il 40% degli appartamenti. Ma non è tutto: questi giovani conoscono il potenziale calabrese e hanno cercato di superare gli ostacoli che il turista si trova di fronte quando varca le soglie di questa pur splendida regione: hanno dato vita a diverse iniziative d’intrattenimento: pesca-turismo, escursioni nei posti tipici, servizio informazioni su sagre e altri eventi che si tengono nelle vicinanze e che sono caratteristiche della storia calabrese.
«il nostro obiettivo- conclude Enrico – è far sì che i nostri ospiti guardino la nostra terra e le nostre tradizioni attraverso i nostri occhi: scopriranno così che la Calabria ha molto da offrire, basta avere la volontà di scoprirlo e una buona guida. Noi vogliamo essere quella guida».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.